Sdrive (out)

il blog di Claudio Nobis

Bologna Motor Show: VW up! fa gli onori di casa, la Panda si nasconde

<BENVENUTO  al MotorShow 2011 da Volkswagen. Vieni a trovarci al Centro Servizi e scopri la nuova UP>. E’ il messaggio sms che arriva sul cellulare grazie al collegamento wi-fi gratuito dopo aver digitato <nuovaupvw> ed essersi registrati. Potrete farne uso in tutta l’area del salone per l’intera giornata  se avrete voglia, da domani  3 a domenica 11, di venire alla fiera di Bologna da dove sto scrivendo questo mio primo “report” proprio con il collegamento VW perchè in sala stampa il wi-fi si paga…

Superata la perplessità nel versare i 24 euro a persona per il biglietto, giusto alla fine del corridoio d’ ingresso dove una volta c’era la Ferrari a fare gli onori di casa,  troverete ad accogliervi come prima cosa il grande spazio corredato di belle ragazze che si muovono al ritmo della  musica live suonata con… iPad e, naturalmente tutte le versioni della inedita utilitaria tedesca di cui sono stati annunciati proprio qui i prezzi definitivi: € 10.600 la più economica “take up!” e 12.600 la più ricca “high up!”.  E’ solo l’inizio, perchè seguendo le tracce della up! si arriva al quartier generale del gruppo tedesco, il padiglione 16 (meglio procurarsi una mappa perchè ci si perde facilmente) il più luminoso e accogliente del salone dove campeggiano le altre novità, la Passat Alltrack,  la Audi A1 Sportback e la Q3 accanto all’ultina edizione dell’intramontabile Maggiolino.

Insomma, chi verrà potrà confermarlo, VW prende con autorità la scena lasciata clamorosamente incontrastata dal gruppo Fiat che pure, fra le nuove Abarth,  Ferrari, Lancia e Alfa Romeo ha sullo stand (padiglione 19) la nuova Panda che il 13 dicembre prossimo avrà il suo battesimo ufficile con il lancio stampa a Pomigliano. Clima generale sottotono (Ferrari compresa) nessun “personaggio” di spicco a fronte delle due star di VW Walter de’ Silva  e Luca De Meo.

E in giro si raccolgono le conferme che al Lingotto non avevano nessuna voglia  di venire a Bologna.

In compenso le luci della ribalta brillano di nuovo al padiglione 29 che raccoglie il meglio delle marche autorevoli e vincenti, gli americani di Ford, i tedeschi di Mercedes e Smart (assente dal salone Bmw),  l’anglo indiana Land Rover e il formidabile staff coreano di una Kia in progressiva costante crescita.  Non cercate invece Toyota che malgrado la nuova Yaris sulla rampa di lancio è rimasta a casa, come Peugeot e Citroen, Nissan, Opel e Chevrolet che insieme valgono un  quarto del mercato nazionale mentre a conti fatti contando le marche siamo più o meno alla metà dei presenti, o degli assenti, fa lo stesso.

Domani la parola passa al pubblico: forse le aree delle esibizioni sportive e delle prove destinate ai visitatori salveranno ancora una volta uno show che festeggia il suo 36° compleanno con più stanchezza e capelli bianchi del previsto.  L’indagine continua.

 

Claudio Nobis

view all post
Leave a comment
Comments (2)
fpaterno • 7 anni ago

Già.... forse è questione di feeling. Marchionne non si sarebbe sentito tanto a casa, De Meo di Vw invece è tornato a casa: è un bocconiano anche lui, quanto di più up in Italia in questo momento...

reply
Cav • 7 anni ago

Hai visto anche tu i capelli un po' bianchi. Vero?

reply

Please be polite. We appreciate that.

By Daniele Zedda • 18 February

← PREV POST

By Daniele Zedda • 18 February

NEXT POST → 34
Share on