Sdrive (out)

il blog di Claudio Nobis

Dalla grigia Europa al sole di Detroit… Riparte l’auto USA

 Da Detroit
QUESTA volta le feste sono finite davvero dopo il generoso regalo della Befana che è arrivata di venerdi lasciando tutto il carbone sulle strade di Cortina: era travestita da agente della guardia di finanza, ma era Lei, la severa Befana che punisce i bambini cattivi. Al buon Marchionne, e alla Fiat, ha invece regalato un altro 5% di quota nella Chrysler per aiutarlo nella sua scalata che ora è già a quota 58%. Senza tuttavia dimenticare Pomigliano dove sono arrivate ben 124 assunzioni. E non lamentatevi se la fila fuori è ancora lunga, un po’ di pazienza perbacco, con l’aria che tira e il mercato nazionale sceso dell’11% perfino un po’ sotto l’1,7 milioni di auto nuove nell’anno. In Italia il gruppo Fiat ha perso il 14,4% ma in America, col cappello Chrysler, ha fatto un figurone guadagnando il 26%, ben oltre il +11% del mercato totale e ora si prepara allo show di casa (Il salone di Detroit).  Ma i dolci sono arrivati anche a Wikipedia sotto forma di bei dollarucci offerti dai suoi fans per poter continuare nella nobile missione di raccogliere e diffondere dotte notizie in gran parte inattendibili. Ma via, dopo appelli tanto accorati la buona Befana non poteva non commuoversi e poi, se anche l’enciclopedia web è piena di errori chi se ne accorge? La verità, è un a vecchia storia, è sempre molto relativa.

 BENE, è il momento di rimboccarsi le maniche o quel che ne è rimasto e riprendere il lavoro (chi ce l’ha). Per parte mia eccomi dunque in una Detroit miracolosamente assolata e non troppo gelida, pronta ad offrire al mondo in generale e a quello dell’auto in particolare un quadro ottimistico, numeri alla mano, non ultimo quello delle 40 novità esposte al NAIAS (North America International Auto Show) da oggi al circo mediatico internazionale. Si comincia alle 8 con la grande conferenza stampa della Ford, alla Jo Louis Arena e saranno buone notizie, a cominciare dal debutto della nuova Fusion di cui allo scoccare della mezzanotte è già stato diramato il primo comunicato stampa: <La nuova Fusion si fa portavoce della più moderna generazione di vetture Ford caratterizzate da una maggiore espressività. È la prima berlina ad offrire motorizzazioni a benzina, ibride e ibride ricaricabili, ciascuna pensata per garantire un risparmio di carburante imbattibile e un’esperienza di guida entusiasmante>.  Fra poche ore, dopo tante anticipazioni, ne sapremo molto di più, ma una recente battuta di Alan Mulally, il magico ad dell’ovale blu, appare già più che significativa sugli obiettivi fissati: <Più che Ford Motor Company, oggi lavoriamo per una “Ford Technology Company”>.  Intanto, già in seratala Mercedes ha dedicato un lungo “party” al battesimo della nuova SL, altra grande protagonista di questa edizione del salone americano. Ma le notizie e i relativi commenti che queste comporteranno saranno tante da occupare molti dei prossimi giorni. A fra poco

Claudio Nobis

view all post
Leave a comment

Please be polite. We appreciate that.

By Daniele Zedda • 18 February

← PREV POST

By Daniele Zedda • 18 February

NEXT POST → 34
Share on