Sdrive (out)

il blog di Claudio Nobis

I vigili urbani e l’emergenza gelato

Ci sono voluti anni per ottenere gli scivoli sui marciapiedi per agevolare le persone in carrozzina, poi diventati un po’ più civili, succede che qualcuno ci parcheggia davanti. Chi? I vigili urbani, quelli che se parcheggi nelle aree dei disabili ti tolgono giustamente i punti sulla patente. Beh, non tutti, ma qualcuno c’è. Motivi di emergenza, penserete. Macchè, è una domenica pomeriggio, la prima di giugno, c’è un caldo sole romano alla Garbatella, fa caldo e un gelato ci vuole proprio. Anche i vigili in servizio ne hanno diritto, che diamine. Solo che c’è anche un padre che deve traghettare la figlia, in carrozzina appunto, ed è costretto a districarsi in qualche modo per uscire dalla corrente di traffico. Il guaio è che anche lui spingendo la carrozzina entra nel seducente bar, scopre la “coppia” in divisa (uomo-donna) e protesta con decisione. Detto fatto la “vigilessa” sfodera minacciosa il suo imperioso <mi dia i documenti…>. Per fortuna del malcapitato qualcuno chiama altre pattuglie e ora la cosa è nella mani del comandante del corpo, Angelo Giuliani. (Letta in cronaca di Roma del quotidiano milanese Corriere della Sera ma non su Repubblica)
Difficilmente conosceremo le decisioni del comandante perchè, insomma, ci vuole un po’ di discrezione. E poi, non è vero che i panni sporchi si lavano in casa? Personalmente mi dispiace che alla fine ci vadano di mezzo anche i collegi di quei due che invece il gelato lo mangiano a casa, ma una morale c’è comunque. Quando noi automobilisti sbagliamo più o meno consapevolmente, se ci sono i vigili la multa non ce la leva nessuno. Se però sbagliano “loro” il conto, in un modo o nell’altro, lo paghiamo sempre noi e semmai ci venisse voglia di protestare potrebbe  andare anche peggio. E’ un fatto ben noto, l’uomo in divisa non è più un uomo ma l’esercizio del potere, piccolo o grande che sia e la vecchia regola del <lei non sa chi sono io> detta al vigile di un tempo, spesso può essere anche ribaltata.

Claudio Nobis

view all post
Leave a comment

Please be polite. We appreciate that.

By Daniele Zedda • 18 February

← PREV POST

By Daniele Zedda • 18 February

NEXT POST → 34
Share on