Tag: mercato auto

Mercato Auto giugno, peggio del previsto

DEFINIRE “crollo” il -24,4% di flessione sul mercato dell’auto è quasi un eufemismo. In realtà è molto peggio e in questo devo dare ragione a Pavan Bernacchi, la voce dei concessionari di cui è presidente. A due giorni dalla chiusura dei conti aveva segnalato un – 27% chiedendosi fino a che punto le Case auto avrebbero spinto sulle Km/0 per bilanciare come hanno sempre fatto. Ebbene sembra proprio che questa volta il fenomeno delle vendite artificiali si sia fermato ai minimi storici. Gli stessi concessionari che partecipano al “panel” di “Interautonews” non ci credevano e avevano stimato una chiusura a quota 142.000 unità contro le 128.388 del risultato effettivo. Non ricordo sia mai successo, e un errore tanto macroscopico è un ulteriore segnale significativo di una stretta che impone la revisione di molte cattive abitudini. Anche volendo, le reti di distribuzione hanno ormai l’acqua alla gola e cominciano a ribellarsi alle tante imposizioni delle Case. Non ho mai difeso i concessionari ma questo è un dato obiettivo. E’ ormai chiaro che la propensione agli acquisti cala a vista d’occhio, ben rappresentato dal – 22% degli ordini: nel semestre i clienti “privati” sono scesi a 516.444, il 63% del mercato totale con una flessione del 23,2%. Perfino superiore al consuntivo del mercato per ora entro la soglia del -20% anche se di pochissimo, con 814.179 immatricolazioni. La crisi morde ferocemente e gran parte della liquidità e del potere d’acquisto si dissolve in tasse maturate con l’incertezza di nuove imposizioni. Così anche gli sconti migliori non attraggono più. Perfino la (altro…)

Il mercato precipita: a che punto è la notte dell’auto?

ANCHE  le vendite di maggio sono andate male e, onestamente, non è stata una notizia. Ma come ogni mese ripropone la stessa domanda: a che punto è la notte dell’auto? Nel buio più totale. Pian piano appare l’immagine di una idea diversa della mobilità e del vecchio amore per il mito dell’automobile che ormai appartiene al secolo scorso molto più che a quello attuale. Prende corpo un nuovo fenomeno di costume che oggi si chiama “Life Style” e che ha visibilmente declassato la vecchia e costosa quattro ruote. I giovani possono anche ridere increduli, ma […]

L’Unrae e la demotorizzazione: un messaggio inutile

<E’ iniziata in Italia la demotorizzazione: il parco circolante comincia a ridursi>. Una bella trovata giornalistica che è stata subito raccolta dai mezzi d’informazione. Tuttavia, per quanto pittoresco, questa volta non sono d’accordo con il titolo del comunicato Unrae (l’associazione delle case estere) sulle immatricolazioni di maggio. Che il mercato vada male è un fatto, ma lanciare un allarme per 26.600 vetture in meno su un parco nazionale di 36 milioni di auto mi sembra esagerato per quanto simbolico possa essere. In più le rilevazioni sul parco stesso, a cura dell’efficientissimo Aci risalgono a due […]

By Daniele Zedda • 18 February

← PREV POST

By Daniele Zedda • 18 February

NEXT POST → 34
Share on